HOME GUIDE

Il concetto di 'lavagna'

Insieme al gesso, alla matita copiativa e al blocchetto dei ticket, è storicamente parte del corredo 'base' di un allibratore.

CONDIVIDI

La “lavagna”, insieme al gesso, alla matita copiativa e al blocchetto dei ticket, è storicamente parte del corredo “base” di un allibratore. La figura dell’allibratore, o bookmaker, nasce nel mondo delle scommesse ippiche in Gran Bretagna, ma viene esportata in Italia ed utilizzata dallo Stato per finanziare la filiera agro-alimentare e l’allevamento, mediante l’assunzione di scommesse sulle corse organizzate dei cavalli. L’evoluzione e l’apertura europea del mercato del betting, hanno portato al moderno assetto, con le agenzie di betting che hanno (quasi) soppiantato la figura storica dell’allibratore, le modalità operative e l’oggetto stesso del betting, introducendo le scommesse sportive e, ultimamente, il palinsesto complementare.

Venendo all’attualità cambiano le figure, ma non la teoria che supporta il betting, di qualsiasi evento si tratti.

Nel corredo base che abbiamo accennato all’inizio, la “lavagna” è il più importante: è il supporto sul quale l’allibratore mostra le quote di apertura dell’evento e sul quale vengono fatte le opportune modifiche che l’allibratore pone in essere per bilanciare le sue esposizioni e quindi i suoi rischi.

Che si tratti, quindi, di un allibratore all’interno di un ippodromo o di un bookmaker che opera tramite sportelli nelle agenzie di competenza, nulla cambia, tranne che in agenzia la lavagna utilizzata è un monitor e nell’online una pagina web.

La lavagna può essere spiegata in due modi:

–      dal punto di vista del banco

–      dal punto di vista del giocatore

Il banco ragiona in questo modo: studia le probabilità di vittoria di ogni evento; si accerta che matematicamente la somma delle probabilità dia 100%; traduce ogni percentuale in quota; a questo punto imposta un’equazione di primo grado per ricalcolare le quote tenendo conto dei prelievi che lo Stato impone sulle scommesse e l’incidenza delle spese fisse; le quote ricalcolate sono quelle che permettono al banco di non perdere soldi, ma neanche di guadagnare; siccome il banco è un imprenditore, che lavora su concessione ma che investe soldi propri, vuole/deve avere il suo guadagno; ricalcola di nuovo le quote per impostarle in modo che comprendano il suo aggio; nel fare questo deve rispettare delle percentuali di allibramento che non lo mettano fuori mercato, lavorando in un contesto di libera concorrenza, e che generino appeal nel pubblico giocante.

Il giocatore, per sapere cosa gli sta capitando dovrebbe fare lo stesso ragionamento del banco, quindi calcolare le proprie quote personali, confrontarle con quelle del banco e stabilire se giocare o meno. Di fatto, il giocatore mediamente non riesce ad avere contezza della percentuale di allibramento del banco e, quindi non ne conosce l’aggio, ma si limita a stabilire se la quota dell’evento che ha scelto di giocare sia conforme ad un suo pensiero o meno; avendo, poi, più riferimenti su più banchi, si limita alla ricerca della quota migliore dell’evento che desidera giocare.

Per assurdo, potrebbe non accorgersi se un banco sta lavorando in perdita e, quindi, dove sarebbe logico giocare tutti gli eventi della gara in questione per vincere matematicamente.

 

Vediamo se mediante questa piccola guida riusciamo a mettere il giocatore in grado di “leggere” una lavagna. Tutto questo dicendo che sarà molto difficile che un banco esponga quote che lo portano ad una perdita sicura, ma magari le quote che espone DURANTE il betting (che sono in continua evoluzione) potrebbero portare il giocatore in questa felce situazione. In ogni caso vige la regola che più è bassa la percentuale di allibramento, più le quote sono a favore del giocatore.

 

Una lavagna impostata al 100% non ha aggio.

Una lavagna al 100% rappresenta l’equità.

E’ come giocare a testa o croce e quotare alla pari ognuno dei due eventi.

Il payout di questa lavagna è 100%: tutto ciò che viene incassato, viene redistribuito.

Quando la percentuale di allibramento sale oltre il 100%, allora si può cominciare a parlare di aggio per il banco, ma bisogna tenere conto che c’è sempre il prelievo erariale sulla scommessa, che è assimilabile ad una perdita secca, in quanto calcolato sull’incasso.

Qual è, per esempio, il punto “zero” di una lavagna con un ipotetico prelievo del 12% sull’incasso?

O meglio: di quanto deve aumentare, il banco, la percentuale di allibramento per pagarsi un prelievo del 12% ?

La cosa si risolve impostando un’equazione di primo grado:

 

X : 100 = 100 : (100-%prelievo)  ovvero   X : 100 = 100 : 88

 

Da cui si evince che X = 113,63.

La percentuale di allibramento che il banco deve impostare per pareggiare (non vinco e non perdo) pagando un prelievo del 12% è 113,63%.

Chiaramente in questo caso diminuisce il payout, che passa dal 100% al 86,37%.

Per guadagnare qualcosa, a questo punto, il banco non può che aumentare questa percentuale di allibramento, abbassando di conseguenza le quote. In caso di competizioni con molti partecipanti (tipo le corse di cavalli) l’incidenza sulla quota per ogni partecipante sarà quasi impercettibile; ma in caso di partite di calcio, quindi con solo tre eventi possibili, potrebbero vedersi degli scostamenti sensibili.

I prelievi erariali sono diversi e variabili per le scommesse sportive e le scommesse ippiche, influenzando non poco la formulazione delle quote, e normalmente molto più bassi per le prime, dando la possibilità di generare un payout migliore. Per questo motivo le lavagne delle corse ippiche sono più svantaggiose delle lavagne delle competizioni sportive.

 

Chiarito come il banco si trovi ad operare per esporre una lavagna, chiariamo come si forma la percentuale di allibramento di una lavagna.

Molto semplicemente, si sommano le percentuali riferibili ad ogni singola quota!

Come si ottiene la percentuale riferita ad una quota lo abbiamo già spiegato, ma lo ribadiamo anche qui:

 

%quota=100/(quota)     * nel caso di quote “lorde”, comprensive della giocata

%quota=100/(quota+1)     * nel caso di quote espresse all’inglese, non comprensive della giocata

 

Quindi, tanto per fare un esempio concreto, una lavagna che esponesse le seguenti quote per Juve-Inter avrebbe una percentuale di allibramento pari a 104% e un payout del 96%.

1 – 1.80

X – 3.80

2 – 4.50

E se volete, per vostra comodità, ecco una tabella, a step del 10%, che riassume un po’ di quote nell’ambito 1.10 – 3.00. Per le rimanenti vi lasciamo un piccolo esercizio!

 

1.10 – 90.9%

1.20 – 83,3%

1.30 – 76,9%

1.40 – 71,4%

1.50 – 66,6%

1.60 – 62,5%

1.70 – 58,8%

1.80 – 55,5%

1.90 – 52,6%

2.00 – 50,0%

2.10 – 47,6%

2.20 – 45,4%

2.30 – 43,4%

2.40 – 41,6%

2.50 – 40,0%

2.60 – 38,4%

2.70 – 37,0%

2.80 – 35,7%

2.90 – 34,4%

3.00 – 33,3%

OPTA | 13-09-2020 18:28

Il concetto di 'lavagna' Fonte: Getty Images

ARTICOLI CORRELATI

LIBEROGIOCO LAB&FACT

EMPOLI - PISA OGGI H21:00
  • Il Pisa non ha tenuto la porta inviolata nelle ultime 20 partite esterne
SPAL - VICENZA 24/10/2020 H14:00
  • Sono stati segnati meno di 3 gol in ciascuna delle ultime 4 gare del Vicenza
  • Il Vicenza ha subito il primo gol del match in tutte le ultime 4 gare
REGGIANA - CITTADELLA 24/10/2020 H14:00
  • In tutte le ultime 7 gare esterne del Cittadella, è sempre stato realizzato almeno un gol nel corso del primo tempo
  • Il Cittadella ha trovato il gol nella prima frazione di gioco in tutte le ultime 5 partite in trasferta
MONZA - CHIEVO 24/10/2020 H14:00
  • Il Chievo Verona ha trovato il gol nella prima frazione di gioco in tutte le ultime 4 partite
  • Sono stati realizzati più gol nel primo tempo in tutte le ultime 3 partite del Chievo Verona
PORDENONE - REGGINA 24/10/2020 H14:00
  • Sono stati segnati meno di 3 gol in ciascuna delle ultime 6 gare esterne del Reggina
  • È stato estratto un cartellino rosso in tutte le ultime 2 gare del Reggina
SALERNITANA - ASCOLI 24/10/2020 H14:00
  • Salernitana e Ascoli hanno segnato entrambe in ciascuno dei loro ultimi 5 confronti
  • 9 delle ultime 10 partite tra Salernitana e Ascoli sono terminate con un numero pari di gol segnati

CLASSIFICA SERIE A

  1. Milan12
  2. Sassuolo10
  3. Atalanta9
  4. Napoli8
  5. Juventus8

CALENDARIO SERIE B

OGGI ORE 21:00
EMPOLI-PISA -
SAB 24 OTT ORE 14:00
SPAL-VICENZA -
REGGIANA-CITTADELLA -
MONZA-CHIEVO -
PORDENONE-REGGINA -
SALERNITANA-ASCOLI -
SAB 24 OTT ORE 15:00
VIRTUS ENTELLA-VENEZIA -
SAB 24 OTT ORE 16:00
PESCARA-FROSINONE -
DOM 25 OTT ORE 15:00
COSENZA-LECCE -
DOM 25 OTT ORE 21:00
CREMONESE-BRESCIA -

CALENDARIO COPPA ITALIA

MAR 27 OTT ORE 14:00
SAMPDORIA-SALERNITANA -
MAR 27 OTT ORE 15:00
VIRTUS ENTELLA-PISA -
BOLOGNA-REGGINA -
MAR 27 OTT ORE 18:00
PORDENONE-MONZA -
MER 28 OTT ORE 14:00
TORINO-LECCE -
MER 28 OTT ORE 14:30
CAGLIARI-CREMONESE -
MER 28 OTT ORE 15:00
COSENZA-MONOPOLI -
CITTADELLA-SPEZIA -
MER 28 OTT ORE 16:00
BENEVENTO-EMPOLI -
BRESCIA-PERUGIA -
Caricamento contenuti...